Festa dell'Eleganza: una gemma in più sul CIAT di Venaria

Eleganza, buon gusto e bellezza, dunque, nelle quali si sono immersi, gratuitamente, i partecipanti al Concorso nella loro stragrande maggioranza, aggiungendosi ad un altrettanto grande numero di partecipanti paganti provenienti da Torino e dintorni che la Reggia stessa ha raccolto.

Comodamente seduti nei divani del parterre, i presenti hanno potuto sentire buona musica e gustarsi le numerosissime portate di prelibatezze che i camerieri servivano in continuazione, tanto che alle ultime portate già si potevano notare rinunce a prendere ulteriore cibo da vassoi presentati sempre in modo raffinato: fassone affumicato con vin egrette ai fiori di campo; crocchette di branzino con mandorle e pistacchi; praline di ricotta ai tre aromi; risotto con verdure estive e robiola; riso con pistilli di zafferano e cristalli di liquirizia; spiedini di gamberi avvolti nello speck; spiedini di gorgonzola piccante con chicchi d’uva e molto altro.

La pazienza richiesta in tali situazioni ha premiato i presenti facendo loro vivere una serata non comune e che non tutti e non spesso conoscono, e che, invece, l’occasione fornita loro sabato sera ha consentito di vivere e di conoscere.
Una serata dove l’eleganza degli abbigliamenti dei Driver, dei Cocchieri, dei Groom, dei Passeggeri e soprattutto le mise delle bellissime Signore che durante il pomeriggio avevano ulteriormente abbellito l’eleganza dei Legni alla Presentazione, si univa alle coloratissime toilette delle Signore invitate, i cui cappellini facevano a gara con i cappellini delle Signore degli equipaggi delle carrozze.

Ad arricchire la serata si è inserito lo stupendo spettacolo di musica, luci e colori dei giochi d’acqua creati con gli zampilli della fontana posta all’ingresso della Reggia, che ha ulteriormente entusiasmato i presenti.
Un’atmosfera dall’effetto straordinario in cui raramente si ha l’occasione di immergersi.

Una visita alla mostra di Cappellini allestita da due grandi Case all’interno dello stupendo salone Grande illuminato a giorno dava un ulteriore tono di bellezza e gaiezza alla serata, così come la possibilità di visitare le stupende mostre della Reggia aperte per l’occasione.
Buon per coloro che l’hanno vissuta, come compendio di un fine settimana di Carrozze e Cavalli la cui straordinarietà è solo temporanea, giacchè si trasformerà sempre più in un evento di grande rilevanza che si riproporrà in ognuno degli anni a venire.

Torna indietro