NOTIZIARIO 4-Luglio/Settembre: in arrivo nelle case di Soci e Abbonati

Un'edizione particolarmente attenta all'aspetto storico e culturale degli attacchi, ma anche  un'edizione ricca di reportage dal settore sportivo il primo che ha visto, pur a porte chiuse, vari eventi organizzati in diverse regioni e una vera ripartenza.

In apertura, un'intervista al Presidente FISE Marco Di Paola, realizzata in occasione della conclusione del suo primo quadriennio ed ancora piu' significativa oggi,  a ridosso della sua rielezione a larga maggioranza, per un nuovo mandato. 

Nella sezione VOGLIA DI TRADIZIONE spicca un articolo del Giudice inglese Lester Dagge, che ci fa conoscere il Dalmata, cane da carrozza per eccellenza .... A seguire la penna di Carlo Gnecchi Ruscone  ci svela i segreti di alcune carrozze, che, come per magia, sanno "trasformarsi"...,

Dalla Francia un omaggio ad un appassionato degli attacchi Manuel , che ha lasciato la sua bellissima collezione, che gli amanti dei tandem dovrebbero visitare, su suggerimento di Stephan Broeckx

Nella sezione dedicata ad ARTE E CULTURA Paola Corsaro ci parla deil mito di Fetonte, cosi' legato, e non solo nel nome, ad una delle carrozze piu' amate:il Phaeton.

E che dire dello spendido Speaker's State Coach, un gioiello, di cui pubblichiamo una immagine in esclusiva  per il NOTIZIARIO direttamente dal UK Paliament ed un testo che ne racconta la storia, con la supervisione del Museo di Arlington Court.

Dalle carrozze piu' ricercarete agli attacchi da lavoro che sanno stupire: 40 cavalli in mano per tirare imponenti macchine, mietitrebbie ed insaccatrici,che dominavano le enormi distese di grano del Nord Ovest dell'America .

E poi tanto Sport e Sport Amatoriale che e' andato in scena in questi mesi estivi nel Nord e nel centro Sud con gare partecipate da concorrenti giovanissimi, esperti  o esordienti...tutti con la voglia di ricominciare.

Insomma un numero da non perdere.

Per sottoscrivere l’abbonamento annuale o per fare un gradito regalo chiama al numero 3337059687 o scrivi a gruppoitalianoattacchi@gmail.com

 

Torna indietro